Posted on

Il primo passo per assaggiare un caffè?? Mescolalo sempre, anche senza zucchero!!

RSS
Follow by Email
Facebook
Instagram
Telegram

Lo sapevi che il caffè va SEMPRE mescolato, anche senza zucchero???
Se non mescoli il caffè prima di berlo, ogni sorso avrà un sapore 
diverso. 
Sai perchè?
Il motivo è semplicissimo: il caffè espresso crea delle stratificazioni( vedi 
immagine).

Come puoi vedere nell’immagine, in ogni tazza di caffè si creano più 
stratificazioni. Ciò è dovuto dal fatto che, in ogni dose di caffè, ci sono parti solubili e insolubili. 

TDS (Total Dissolved Solid, totale solidi disciolti), questo valore 
indica la quantità di sostanze presenti nel caffè, rispetto all’acqua che lo compone.
Il corpo del caffè in tazza è determinato proprio da questo valore.

Nella prima parte erogata, infatti, è presente un alta concentrazione di 
solidi disciolti (corpo del caffè) e una parte elevata di acidi (gusto acido). 
Gusto acido perché, nel caffè, al contrario di altre bevande, non è una 
caratteristica negativa ma viene considerata positivamente in base al tipo di miscela/provenienza.
Nella seconda parte invece, la quantità di sostanze disciolte diminuisce, e di conseguenza, si avrà un gusto più morbido e meno acido, con un corpo inferiore rispetto alla prima parte.

L’ultima parte del caffè invece sarà liquida, acquosa, amara.

Ed è proprio per questo motivo che si deve mescolare sempre il caffè, così da unire le tre parti presenti nella tazzina e gustarsi ad ogni sorso, lo stesso sapore dall’inizio alla fine!

Seguici sui Facebook per restare aggiornato!!

https://www.facebook.com/24distribution/

RSS
Follow by Email
Facebook
Instagram
Telegram

Posted on

Caffè alla Salentina – Fresco ed energizzante

RSS
Follow by Email
Facebook
Instagram
Telegram

L’estate è finalmente arrivata , quale momento migliore allora per gustarsi un buon caffè alla Salentina? Caffè, ghiaccio e latte di mandorla.

Origini

Ci sono varie leggende sulle origini di caffè con ghiaccio, già nella seconda metà dell’800 diversi popoli iniziarono a sperimentare dei metodi per contiuare a bere il caffè anche nei periodi caldi.

La versione di caffè con ghiaccio di cui parliamo oggi è nata in Italia, a Otranto in provincia di Lecce.

Preparazione

-Preparate un buon caffè espresso in una tazzina

-Versate il caffè ancora bollente in un bicchiere di vetro (meglio se largo) colmo di grossi cubetti di ghiaccio (per evitare di “annacquare” la bevanda i cubetti non devono essere sciolti, ma “secchi”, cioè appena prelevati dal congelatore e pieni, per non far scendere troppo in fretta la temperatura del caffè e far salire troppo quella del ghiaccio).

-Aggiungete 2/3 cucchiai di latte di mandorla (che altro non è che uno sciroppo a base di zucchero e mandorle) e mescolate il tutto con un cucchiaino.

-Il caffè si raffredda all’istante e conserva il suo aroma originario. La bevanda, per questo, va consumata nell’arco di qualche minuto

Il caffè con ghiaccio salentino può anche essere “soffiato” per pochi secondi con un getto di vapore per ottenere il cosiddetto “caffè con ghiaccio soffiato”.

RSS
Follow by Email
Facebook
Instagram
Telegram